Violenza di genere, i Consiglieri Regionali Patrizia Bartelle (IIC) e Piero Ruzzante (LEU): “approvata la mozione per impegnare la Regione a costituirsi parte civile ogniqualvolta ne sussistano i presupposti”

Venezia 10.04.2019 “È di questi giorni la notizia che secondo un rapporto della Cgil 9 donne su 100 siano vittime di molestie sul lavoro, si tratta di un dato allarmante che va ridimensionato subito” 
Sono le parole dei Consiglieri Regionali Piero Ruzzante (Liberi e Uguali) e Patrizia Bartelle (Italia in Comune), quest’ultima aggiunge
“personalmente, come prima firmataria, sono molto soddisfatta per l’approvazione della mozione che avevo presentato lo scorso settembre per far assumere alla Regione Veneto l’impegno a costituirsi parte civile in tutti i processi relativi a casi di violenza di genere verificatisi all’interno del territorio veneto e di impiegare i risarcimento ottenuti per interventi a sostegno delle donne vittime di violenza”
La mozione, sottoscritta anche da Ruzzante, è stata approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale. I due hanno presentato anche una interrogazione per sapere, in concreto, quali azioni intenda intraprendere a tutela delle lavoratrici oggetto di molestia.
“Al giorno d’oggi la parità di genere e la tolleranza dovrebbero essere dei concetti acquisiti e radicati – precisano Bartelle e Ruzzante – invece c’è ancora la necessità di prestare attenzione al fenomeno e di parlarne per sensibilizzare l’opinione pubblica”
“d’altro canto – concludono – eventi come il congresso delle famiglie di Verona sono la prova che il ruolo della donna è costantemente stigmatizzato e relegato a subalterna dell’uomo. Al contrario le donne dimostrano ogni giorno di avere le stesse capacità degli uomini e che – soprattutto nel mondo del lavoro – la differenza di genere non ha ragione di esistere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *