Salute. Veneto 2020 “Soddisfazione per l’approvazione della nostra mozione con la quale la Regione si è impegnata a far inserire la maculopatia nei LEA”

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Venezia 04.02.2020 – “Con la mozione n. 524 a prima firma Patrizia Bartelle, depositata a settembre 2019, evidenziavamo l’impatto invalidante della maculopatia (è ritenuta una delle principali cause di cecità nei Paesi occidentali) e chiedevamo che la Giunta si attivasse presso il Governo per farla inserire nei LEA. Oggi finalmente è stata approvata”

Così i Consiglieri Regionali del Coordinamento Veneto 2020 Patrizia Bartelle (italia in Comune), Piero Ruzzante (Liberi e Uguali) e Cristina Guarda (Civica per il Veneto) che aggiungono:

“La maculopatia è una patologia degenerativa grave tra le cui cause si rinviene anche l’utilizzo intensivo di apparecchi elettronici come computer e smartphone, infatti, non è un caso se le diagnosi sono in aumento” 

“Di fronte alla gravità della situazione – proseguono Bartelle, Ruzzante e Guarda – ci è sembrato opportuno chiedere l’impegno della Giunta ad adoperarsi affinché il Governo inserisca la patologia tra i LEA e quindi sia prevista l’esenzione dal ticket per la diagnosi e la cura”

“La mozione è stata approvata con il voto favorevole di tutti i presenti, siamo quindi molto soddisfatti che anche questa nostra iniziativa sia stata approvata con larghissimo consenso” (nelle settimane scorse avevamo incassato il si alla risoluzione ‘Segre’ e alla mozione sul menù vegetariano in ospedale)

Patrizia Bartelle, Consigliera Regionale (Veneto 2020 – Italia in Comune)

Piero Ruzzante, Consigliere Regionale (Veneto 2020 – Liberi e Uguali)

Cristina Guarda, Consigliera Regionale (Veneto 2020 – Civica per il Veneto)

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *