Politica. Bartelle (Veneto 2020 – IIC) ‘Aderisco con favore all’appello del Forum Veneto per la salute, l’ambiente e la solidarietà’

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Venezia 14.01.2020 – ‘Ho ricevuto l’appello del Forum Veneto per la Salute, l’Ambiente e la Solidarietà per formare una unica lista elettorale regionale alternativa all’attuale maggioranza di Zaia.’

Così la Consigliera Regionale Patrizia Bartelle (Veneto 2020 – Italia in Comune) che aggiunge

‘Da sempre impegnata sui temi della Salute, Ambiente e Solidarietà, accolgo con grande favore un questo appello, lo condivido a mia volta e mi metto a disposizione del Forum’

Segue il testo originale dell’appello: 

‘Il FORUM VENETO per la SALUTE, l’AMBIENTE e la SOLIDARIETA’nato il 23 novembre 2019 per affrontare con decisione le principali emergenze ambientali e sociali del Veneto, lancia un  APPELLO a tutte le persone, i giovani, le associazioni, i comitati attivi nei territori della regione a formare una LISTA ELETTORALE UNITARIA per le prossime elezioni regionali, che rappresenti una reale alternativa ambientalista e solidale all’attuale sistema di potere e di devastazione del Veneto.Sono in corso da anni lotte, anche durissime, per difendere la salute e l’ambiente dall’assalto di cementificazione, contaminazione di acque, aria e suolo, da pesticidi, PFAS, incenerimento dei rifiuti, allevamenti intensivi, grandi opere inutili, aggressione turistica di Venezia e delle Dolomiti, privatizzazione strisciante della sanità.Vogliamo un radicale cambiamento nella cura dei territori, a partire dalla gestione delle acque, dalla produzione del cibo, la riconversione ecologica delle attività produttive per la tutela della salute e del lavoro.Proponiamo, quindi a tutte le forze ambientaliste la costituzione di una UNICA LISTA ELETTORALE REGIONALE ALTERNATIVA ALL’ATTUALE MAGGIORANZA DI ZAIA E ALL’INCONSISTENTE “OPPOSIZIONE” DEL PD.

Patrizia Bartelle, Consigliera Regionale, Veneto 2020 – Italia in Comune

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *