Ospedale di Trecenta, il coordinamento Veneto 2020 chiede alla Regione di effettuare una ispezione urgente per escludere che sussistano rischi per i pazienti.

Venezia 27.09.2019 – “Da un lato due medici litigano sui protocolli adottati dalla struttura ed in particolare se un paziente da trasportare in autoambulanza verso un altro ospedale vada accompagnato da un medico oppure no, dall’altro lato, l’Ordine dei Medici che ammette una cronica carenza di medici. All’Ospedale di Trecenta qualcosa sembra proprio non andare”

Così i Consiglieri Regionali del Coordinamento 2020 Patrizia Bartelle (Italia in Comune), Piero Ruzzante (Liberi e Uguali) e Cristina Guarda (Civica per il Veneto) che aggiungono

“La nostra preoccupazione è che tutto ciò possa comportare dei rischi per i pazienti, in particolare ci hanno stupito le considerazioni del Presidente dell’Ordine dei Medici di Rovigo che dalle pagine de ‘La Voce di Rovigo’ dei giorni scorsi ha evidenziato che se il paziente oggetto della discussione fosse stato accompagnato da un medico quel medico sarebbe stato assente in caso di una chiamata di emergenza”

“Insomma qui la coperta è corta – continuano Bartelle, Ruzzante e Guarda – e bisogna subito correre ai ripari. La prima cosa da fare, riteniamo, è verificare che i pazienti siano in sicurezza”

“Per questo motivo – concludono – abbiamo depositato una interrogazione per chiedere alla Regione di effettuare una ispezione urgente in modo da accertare con precisione le criticità e risolverle al più presto”

Patrizia Bartelle, Consigliera Regionale, Veneto 2020 – Italia in Comune

Piero Ruzzante, Consigliere Regionale, Veneto 2020 – Liberi e Uguali

Cristina Guarda, Consigliera Regionale, Veneto 2020 – Civica per il Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *