Linea ferroviaria Adria – Mestre, 60km in 3 ore. Bartelle (IIC), Ruzzante (LEU), Guarda (Lista AMP) “Si fa prima in bicicletta, la Regione si decida ad affidare il servizio a un’altra compagnia”

Venezia 30.05.2019

“Lo abbiamo già chiesto il 22 marzo scorso con l’interrogazione a risposta immediata n. 733 e lo ribadiamo ora: Sistemi Territoriali non si è dimostrata all’altezza perciò è opportuno affidare il servizio di trasporto ad altra compagnia per garantire la continuità e la qualità del servizio”

“Invece l’altro ieri, il 28 maggio, la Giunta Regionale rispondendo a questa e ad altre interrogazioni sull’inefficienza di Sistemi Territoriali (le nn. 706, 728 e 745) ha praticamente affermato che va tutto bene”

“Oggi, per tutta risposta, apprendiamo dalla stampa locale che ieri i passeggeri del treno partito da Mestre alle 14.43 avrebbero impiegato 3 ore per arrivare ad Adria e sarebbero stati costretti ad effettuare il tratto Mira – Piove di Sacco a bordo di un autobus strapieno”

Così i Consiglieri Regionali Patrizia Bartelle (Italia in Comune), Piero Ruzzante (Liberi e Uguali) e Cristina Guarda (Lista AMP) che incalzano:

“È inaudito, i problemi sono gravi, evidenti e sotto gli occhi di tutti ma non accade nulla. Gli utenti sono stanchi e si sentono presi in giro, infatti, quasi ogni giorno apprendiamo di veri e propri ‘viaggi della speranza’ per coprire una tratta brevissima che dovrebbe unire velocemente e facilmente il Polesine con il capoluogo regionale.”

“In quanto polesana – precisa Bartelle – vivo in prima persona i disagi dovuti alla cattiva gestione della linea ferroviaria Adria-Mestre e quando devo raggiungere Venezia per impegni istituzionali come Consiglio o Commissioni mi vedo costretta ad utilizzare altri mezzi di trasporto per non rischiare di non arrivare in tempo come mi è già accaduto. Invito quindi tutti gli utenti, singoli o riuniti in comitati, a contattarmi per segnalarmi i disservizi che subiscono e mettere insieme una azione politica forte per combattere questa situazione assurda”

“Se continua così – concludono Bartelle, Ruzzante e Guarda – l’utenza della linea Adria-Mestre percorrerebbe il tragitto in minor tempo utilizzando la bicicletta. È davvero questo ciò che vuole la Regione?”

Patrizia Bartelle, Consigliera Regionale, Italia in Comune
Piero Ruzzante, Consigliere Regionale, Liberi e Uguali
Cristina Guarda, Consigliera Regionale, Lista civica AMP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *