Guarda (Lista AMP), Ruzzante (Liberi E Uguali), Bartelle (Italia In Comune): «Disabilità, la Regione Veneto si faccia portavoce presso il governo delle giuste richieste di Anffas»

«Una mozione in consiglio regionale, per far fronte al disagio manifestato dalle famiglie delle persone con disabilità»

Venezia, 19 giugno 2019 – «Non si può restare inerti di fronte all’appello contenuto nella mozione generale approvata dall’assemblea Anffas nazionale il 31 maggio a Roma, un documento che prende le mosse da un’amara constatazione: i diritti delle persone con disabilità e dei loro familiari vengono oggi e sempre più negati. Una situazione di discriminazione, disagio ed emarginazione, che quotidianamente ci viene segnalata dalle famiglie della nostra regione e alla quale crediamo si debba dare una risposta concreta. A partire dalle risorse: senza fondi, i diritti restano sulla carta». Così i consiglieri regionali Cristina Guarda (Lista AMP), Piero Ruzzante (Liberi E Uguali) e Patrizia Bartelle (Italia In Comune), che nella giornata di oggi hanno depositato una mozione presso il consiglio regionale del Veneto proponendo che la Regione del Veneto si faccia portavoce presso il governo delle 20 richieste di Anffas, che in attesa di una risposta del ministro Fontana ha proclamato lo stato di mobilitazione permanente. «Chiediamo a tutti i consiglieri regionali, di maggioranza e minoranza, di sottoscrivere questa mozione per una tutela concreta e reale dei diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie», concludono i tre consiglieri regionali. 

Cristina Guarda (Lista AMP), consigliera regionale

Piero Ruzzante (Liberi E Uguali), consigliere regionale

Patrizia Bartelle (Italia In Comune), consigliera regionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *