Covid-19 e sanificazione degli ambienti. Bartelle (IIC), Ruzzante (LeU) e Guarda (CpV): “la Regione vigili affinché le operazioni siano svolte da soggetti qualificati e si attivi presso il governo per gli incentivi”

Venezia 06.05.2020 – “Con l’inizio della fase 2 e in vista delle fasi successive si rimetteranno in moto moltissime attività, gradualmente tutti rientreranno al lavoro e tutti i servizi saranno riattivati”
“La sanificazione dei luoghi di lavoro e delle aree aperte al pubblico diventa quindi fondamentale per garantire una ripartenza sicura e scongiurare passi indietro”

Così i Consiglieri Regionali del Coordinamento Veneto 2020 Patrizia Bartelle (Italia in Comune), Piero Ruzzante (Liberi e Uguali) e Cristina Guarda (Civica per il Veneto) i quali precisano

“è importantissimo che le attività di sanificazione vengano svolte da personale qualificato e non siano lasciate al caso o, peggio, al fai da te. I rischi connessi all’errato utilizzo dei necessari prodotti chimici sono reali e interessano sia le persone che l’ambiente”

“inoltre non è pensabile che i costi ricadano sulle attività tra le quali ci sono non solo aziende ma anche realtà che operano, ad esempio, nel mondo del sociale, della cultura, dello sport e non sono i grado di far fronte anche a questa spesa”

“Per questi motivi abbiamo depositato una mozione per chiedere alla Regione di vigilare e di farsi portavoce verso il Governo affinché sia garantito un sistema di incentivi e sgravi fiscali che permetta a tutti di provvedere ad una sanificazione efficace”

Patrizia Bartelle, Consigliera Regionale, Italia in Comune Piero Ruzzante, Consigliere Regionale, Liberi e Uguali Cristina Guarda, Consigliera Regionale, Civica per il Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *