Corbola servizi. Bartelle “fondamentale salvaguardare i posti di lavoro”

Venezia 12.05.2020 – “È di queste ore la grave notizia che alcuni lavoratori della Corbola Servizi Plurimi sono senza stipendio da due mesi e rischiano di perdere il posto di lavoro”

“E c’è di peggio perché c’è anche il rischio concreto che i lavoratori non siano ammessi al Fondo di Integrazione Salariale il quale non è previsto per le cooperative in liquidazione”

Così la Consigliera Regionale Patrizia Bartelle (Italia in Comune) che aggiunge:

“Il timore è che queste situazioni siano la conseguenza di una tendenza delle strutture come RSA e Case di Riposo a esternalizzare servizi come assistenza, pulizia, lavanderia o cucina al massimo ribasso possibile per risparmiare sui costi e  far quadrare i bilanci” 

“Perché le strutture si sentono in dovere di tagliare le spese di personale, proprio nel settore dove, al contrario, la quantità di operatori in servizio e la loro competenza sono elementi fondamentali per garantire la qualità del servizio?”

“Una risposta potrebbe essere la quota sanitaria riconosciuta dalla Regione Veneto, insufficiente sia nel numero totale rispetto ai bisogni dei territori che nella quantificazione monetaria e oltretutto ferma da anni come se inflazione e rinnovi contrattuali non avessero eroso i margini delle strutture socio sanitarie”

“Bene ha fatto il Sindacato a chiedere un Tavolo con i Sindaci interessati e l’Ass. Reg. per affrontare la situazione, sono proprio gli interlocutori che vanno interpellati per provare a difendere il reddito delle famiglie dei lavoratori.”

“Spero che l’assessore regionale ai Servizi Sociali non si neghi al confronto e si presenti a quel tavolo in veste di soggetto responsabile almeno in parte della questione. In attesa di una riforma organica delle strutture di assistenza e di forti investimenti regionali sulle rette che tardano troppo ad arrivare.”

Patrizia Bartelle, Consigliera Regionale, Italia in Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *