Colline del Prosecco e Unesco, Bartelle (IIC) risponde a Rizzotto (ZP) “paragonare le divergenze politiche tra i componenti di un gruppo consiliare e le proteste di chi lotta per ambiente e salute rende l’idea della considerazione che la Rizzotto ha per queste persone. Persa ottima occasione per tacere”

“Del tutto gratuitamente la collega Rizzotto mi ha attaccato affermando che non essendo io in armonia per essere uscita (ad ottobre 2018) dal gruppo consiliare di cui facevo parte, oggi non posso parlare di armonia tra l’ambiente, i cittadini e il paesaggio delle colline del Prosecco”

Così la Consigliera Regionale Patrizia Bartelle (Italia in Comune) che aggiunge

“è un parallelismo, quello tra le divergenze politiche e le preoccupazioni di chi lotta per il proprio ambiente e la propria salute proposto dalla Rizzotto, che non ha alcun fondamento e che, francamente, poteva risparmiarsi”

“vorrei ricordare – aggiunge la Bartelle – che in Veneto vige ancora la Costituzione Italiana e con essa anche il principio di democraticaità perciò le opinioni divergenti dalle sue sono tutte legittime e vanno rispettate soprattutto da una rappresentante dei veneti quale è, come me, la Rizzotto che in questo frangente ha perso un’ottima occasione per tacere”

“Tanto più – precisa la Bartelle – che ho appoggiato le posizioni di PAN Italia spiegando di non essere in linea di massima contraria alla candidatura ma evidenziando come, proprio in virtù del già richiamato principio di democraticità, chi è chiamato a giudicare è giusto sia messo in condizioni di farlo avendo a disposizione quante più informazioni possibili”

“chissà cosa ne pensano i genitori dei bambini di quella scuola dell’infanzia del Trevigiano lambita da un vitigno trattato con pesticidi della ‘strategica opportunità di sviluppo del territorio’ così fortemente promossa dalla Rizzotto.”

“Un consiglio – conclude Bartelle – la Lega in Veneto ha già la metà dei voti, se prestasse più ascolto alle proteste anziché dell’armonia della sottoscritta, aumenterebbe ancora la propria popolarità”

Patrizia Bartelle, Italia in Comune, Consigliera Regionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *