Bassano, letture per “famiglie di tutti i tipi”. Ruzzante, Bartelle, Guarda (Veneto 2020): «Da Fdi un No ideologico, vogliono discriminare alcuni bambini?»

«Il logo della Regione c’è perché l’iniziativa ha ricevuto i contributi regionali, Donazzan dovrebbe saperlo. Presentata interrogazione»

Venezia, 24 settembre 2019 – «Un assessore regionale dovrebbe sapere che quando un’iniziativa viene finanziata dalla Regione, è tenuta a dichiararlo utilizzando lo stemma regionale». Così i consiglieri regionali Piero Ruzzante, Patrizia Bartelle e Cristina Guarda. I tre esponenti del coordinamento Veneto 2020 nella mattinata di oggi hanno depositato un’interrogazione in cui chiedono alla Giunta Zaia di fare chiarezza.

«L’iniziativa è parte del progetto “Alleanza per la famiglia” e in quanto tale ha ricevuto per ben tre anni i contributi regionali, ma l’assessore Donazzan sostiene che non avrebbe potuto utilizzare lo stemma regionale e questo in quanto non sarebbe coerente con le scelte politiche regionali di centro-destra, poiché si tratta – gravissima colpa! – di un’iniziativa aperta a “famiglie di tutti i tipi”. A questo punto chiediamo alla Giunta Zaia di trovare un accordo al suo interno e soprattutto di fornire una versione ufficiale, una volta per tutte: il Comune di Bassano del Grappa ha ricevuto o meno dei contributi regionali per il progetto Alleanza per la famiglia, di cui fa parte “Facciamone di tutti i colori”?».

«Le dichiarazioni di Donazzan sono gravi e discriminatorie nei confronti dei bambini. “Facciamone di tutti i colori” viene attaccata in quanto si tratta di un’iniziativa aperta a tutti i bambini. Di tutte le famiglie, includendo quindi i bambini con genitori separati o risposati, gli orfani, i bambini dati in affido e tutti gli altri: nessuno escluso. All’assessore Donazzan non sta bene? Dovrebbero essere ammessi solo i bambini figli delle famiglie che le risultano simpatiche? Questa mentalità chiusa è pericolosa, basta un attimo per finire nel mirino di chi dice “tu sì, tu no”. E dichiarazioni come queste, nei confronti di un’iniziativa dedicata ai bambini e alle loro famiglie, sono piuttosto inquietanti».

Piero Ruzzante (Veneto 2020 – Liberi E Uguali), consigliere regionale

Patrizia Bartelle (Veneto 2020 – Italia In Comune), consigliera regionale

Cristina Guarda (Veneto 2020 – Civica per il Veneto), consigliera regionale

Una risposta a “Bassano, letture per “famiglie di tutti i tipi”. Ruzzante, Bartelle, Guarda (Veneto 2020): «Da Fdi un No ideologico, vogliono discriminare alcuni bambini?»”

  1. Sindaco e assessore ai servizi sociali si sono affrettate dichiarare che le famiglie sono quelle “naturali”. Coda significhi e cosa questo comporti nei rapporti fra l’amministrazione e le eventuali famiglie :innaturali” non è dato comprendere. Specifico che l’ammi istrazione comunale della città di Bassano del Grappa ha imposto anche la modifica al volantino, escludendo la “sovversiva” diciture ” famiglie di tutti i tipi. Avv.Maria Di Pino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *