Ambiente. ‘Piantagione’ fotovoltaica di Loreo, Bartelle (VES) “non accettabile la perdita di suolo agricolo”

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Venezia 16.07.2020 – “all’inizio del mese di giugno avevo evidenziato la rilevanza  del nuovo impianto fotovoltaico il cui progetto è stato sottoposto a procedura di autorizzazione e che dovrebbe essere realizzato a Loreo”

“In quell’occasione avevo fatto un appello a chiunque avesse a cuore i temi dell’ambiente e della sostenibilità, di intervenire perché si tratta di una struttura in grado di trasformare in modo irreversibile il paesaggio”

Così la Consigliera Regionale Patrizia Bartelle (Veneto Ecologia Solidarietà) che oggi ritorna sull’argomento e precisa:

“nella valutazione sulla fattibilità di impianti del genere è fondamentale accertarsi che non ci siano ricedute negative sul settore agricolo, che le biodiversità siano tutelate e il patrimonio culturale e rurale siano salvaguardati. Senza questa necessaria evoluzione dei criteri di valutazione c’è il rischio che mastodontici impianti come quello di Loreo, solo perché utilizzano fonti rinnovabili, siano inseriti in contesti con i quali in realtà non hanno nulla a che spartire”

“Dobbiamo sempre più tutelare il nostro territorio e ricordare sempre che la pianura padana andrebbe tutelata in quanto bene primario per l’agricoltura e la vita. Non si deve più pensare che utilizzare superficie coltivabile per scopi diversi dalla coltivazione sia un business che possa sostenere un’attività primaria e fondamentale quale l’agricoltura”

“Serve sempre di più schierarsi al fianco di chi della salute e della sostenibilità, per l’uomo e per gli animali, sta facendo la battaglia per la sopravvivenza collettiva, orientandosi sempre più con forza, ed i sostegni adeguati verso un’agricoltura sostenibile e a chilometri zero”

Patrizia Bartelle, Consigliera Regionale, Veneto Ecologia Solidarietà

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *